domenica 5 aprile 2020

Censurato il sito di Marcello Pamio

L'onda di censura che vuole evitare che la verità venga a galla ha colpito anche il noto sito Disinformazione.it (vedi snippet sulla colonna laterale del blog).
Il suo titolare ha aperto un canale Telegram, con lo stesso nome del sito, su cui ha appena cominciato a pubblicare materiale tra cui un interessante articolo sulle proprietà antibatteriche e sterilizzanti del rame, il semplice rame, utilizzato da millenni e conosciuto da sempre anche per queste sue virtù.

Va rimarcato che la piattaforma Telegram sembra essere tra le poche rimaste libere da una censura delle idee e conviene ormai concentrare su di essa l'informazione onesta ed alternativa.
Su Telegram è presente anche il gruppo di Resistenza - Resilienza Italiana.

sabato 4 aprile 2020

Meno male che c'è il Coronavirus

Secondo i rilievi ISTAT, nel primo trimestre di quest'anno si sono verificate 20.600 morti in meno rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso.


giovedì 2 aprile 2020

L'ossimoro che ci salverà (secondo loro) dal Coronavirus

Secondo l'ultimo slogan propagandato a reti unificate:

- Mantenere le distanze è il miglior modo per rimanere vicini -

Secondo questa logica, allora è anche vero che:

"La Guerra è Pace
La Libertà è Schiavitù
L'ignoranza è Forza"
[George Orwell, 1984]
 
Il Grande Fratello
Orwell, 1984

lunedì 30 marzo 2020

Vitamine contro il Coronavirus (e non solo):Carta Canta


Il documento continua con la firma dei più alti in grado. Evidentemente nell'Arma si tiene alla salute dei militari, mostrando un senso di responsabilità superiore a quello che lo Stato sta dimostrando nei confronti dei propri cittadini a cui ha imposto - più che somministrato - consigli sulla prevenzione più dannosi che inutili omettendo colpevolmente di fornire gli unici consigli validi per scongiurare infezioni e complicazioni gravi: quello di tenere efficiente il sistema immunitario assumendo sufficienti dosi di vitamine C e D, assolutamente essenziali per il suo buon funzionamento. E questa è una realtà scientifica che non può essere confutata con sofismi e spudorate falsità politichesi.
"Nei Secoli Fedele" forse per questo l'Arma ha sempre fatto paura a chi mette lo Stato al servizio di poteri sovranazionali come quello, enorme, esercitato dal cartello delle Case farmaceutiche. Arrestateli tutti, la flagranza di reato non

domenica 29 marzo 2020

Dichiarazioni del Dott. Salvatore Rainò sul Coronavirus

Coronavirus sfonda il tetto dei 10.000 morti

Devo ricredermi. Nel remoto caso che l'ultimo dato diffuso risponda al vero, allora vuol dire che per il momento la millantata pandemia di Coronavirus ha causato (dicono, ma sul dato sorge un lecito dubbio) oltre 10.000 morti ovvero circa la metà di quelli attribuiti ogni anno all'influenza stagionale
Questo vuol dire sostanzialmente due cose:
1) L'epidemia di Coronavirus non è da sottovalutare anche se non si è ancora dimostrata pericolosa come l'influenza stagionale;
2) Le misure adottate immaginando di poterne contrastare la diffusione, per lo più inutili o addirittura controproducenti, sono assolutamente isteriche e sproporzionate proprio se si paragona la perniciosità di questa influenza con quella attribuita alla stagionale verso la quale - giustamente - non sono mai stati adottati provvedimenti draconiani.

sabato 28 marzo 2020

Quelli che fanno i Patti per le Scienze

Il ritorno di Paolo Barnard con un messaggio indirizzato a chi si arroga il diritto di decidere cosa sia scientifico e cosa non lo sia.

venerdì 27 marzo 2020

Censura virale, occhio alle bufale sul Coronavirus!

Scorrendo la home del blog mi sono avveduto della rimozione (per il momento) di tre video scientificamente divulgativi sulla questione Coronavirus ma ho lasciato i link incorporati per dimostrare come la censura delle verità scientifiche sia sempre più capillare a favore delle verità di regime troppo spesso scientificamente infondate e facilmente confutabili anche con la sola logica deduttiva.

Appare chiaro quindi anche agli affetti da anticomplottismo patologico che le implicazioni economiche e sociali derivanti dalla malagestione della (presunta) pandemia sono in realtà causa e non effetto della diffusione di un virus che per il momento ha comportato direttamente, secondo l'Istituto Superiore di Sanità, non più di sette (7) morti, quando tutti gli anni - ad esempio - ne vengono

mercoledì 25 marzo 2020

La documentata opinione di un clinico


"Quest’anno, con la ricerca e la possibilità di identificare il Coronavirus CoVID19, l’influenza potrebbe essere così ridotta perché - ripeto essere una ipotesi che sarà da confermare con il passare del tempo nelle prossime settimane - tanti casi che gli anni precedenti sarebbero stati definiti come “influenza” vengono re-incasellati in una diagnosi più corretta di Coronavirus, smascherando una diagnosi presunta ed attribuendo meglio l’eziologia di tale malattia. Risultato: scompare il picco di incremento rapido di influenza, appare il picco di incremento rapido di Coronavirus. Ma - da qua la definizione “é come tutti gli anni” - il sistema appare aggravato da un incremento/picco di natura eziologica differente, ma quantitativamente sovrapponibile. Non si chiama influenza - che fa più morti ma meno paura sociale - si chiama CoVID19, che attualmente fa meno morti ma più paura."
Questo è un significativo estratto di un corposo e dettagliato file pdf composto dal Dott. Samuele Ceruti della Croce Verde di Lugano e pubblicato sul canale Telegram dell'Avv. Marco Mori.
Il dottore svizzero mette in rilievo, con dovizia di particolari, rilievi statistici e grafici, come l'epidemia del momento quanto a numeri sia perfettamente sovrapponibile a quelli che tutti gli anni vengono generati dalla comune influenza. Solo l'approccio con cui è stata trattata è diverso, e questo è un problema socio-politico, non certo medico.
Da notare che nella redazione del testo il dottore utilizza per ben 16 volte la locuzione "come tutti gli anni", a beneficio di chi ha problemi di interpretazione della realtà, e questa sì che è una preoccupante epidemia nazionale.