venerdì 24 maggio 2019

Il mondo che verrà

Con una mamma che gli presta così amorevoli cure da piccolo - osservare COME quella... vestita di nero afferra il bambino - come da grande non può diventare un violento?


giovedì 23 maggio 2019

Affinità elettive o separati alla nascita?

Avete mai notato che negli ultimi anni i politici che dicono di voler cambiare l'andazzo in maniera radicale (e poi non cambiano nulla) si assomigliano tutti?


mercoledì 22 maggio 2019

Lassù (a Bruxelles) qualcuno ci odia

Mentre il giorno delle farsesche elezioni europee si avvicina, assistiamo al solito teatrino della magistratura che perseguita i dissidenti, il dilagare della censura, la repressione anche violenta delle idee, l'imposizione della neolingua ed i media di regime che ci avvertono di quanto pericoloso sia (per loro) il sovranismo e, tanto per confondere le idee dell'elettorato, si ostinano a definire "sovraniste" delle forze che sovraniste non sono.
Infatti ascoltiamo non solo dagli esponenti del governo giallomerde ma anche da  gran parte dei loro oppositori, polemiche e battibecchi insensati su quale sia la miglior ricetta per sottometterci definitivamente alla dittatura bancaria europoide e consolidarla in maniera irreversibile. In pratica i principali partiti litigano mediaticamente sulle modalità con cui perpetrare lo stesso identico piano: quello di cedere definitivamente tutti i residui di sovranità e ricchezze

lunedì 20 maggio 2019

Il trilemma dei sovranisti

Nell'imminenza delle inutili elezioni europee, i sovranisti italiani si trovano a dover scegliere tra ben tre formazioni politiche che invocano e propugnano giustamente e senza mezzi termini l'emancipazione dell'Italia dal giogo della moneta unica e dalla cloaca bancaria europoide, dando per scontato che questi presupposti siano unici e imprescindibili per la salvezza della Nazione.
Procedendo in una valutazione sommaria dei tre partiti (realmente) sovranisti italiani, troviamo:
Partito Comunista Italiano - Si batte giustamente per la difesa dei giusti salari e dei posti di lavoro anche se col vizio di fondo tipicamente sinistro di non tener conto del fatto che se esistono posti di lavoro è perché esistono gli imprenditori, e se prima non si creano le condizioni per cui gli imprenditori possano fare impresa... i posti di lavoro non nascono certo sotto i cavoli! Inoltre

venerdì 17 maggio 2019

Il Sistema in piena campagna elettorale

In cronica mancanza di argomenti politicamente validi ed utili per la Nazione, la campagna elettorale sinistra procede come sua unica risorsa diffondendo false notizie tramite i media di regime, censurando ove possibile il dissenso, scatenando la magistratura eversiva e gli Utili Idioti di piazza che non mancano mai. Tanto idioti che a Napoli contestano Salvini senza neanche averlo prima ascoltato e senza rendersi conto che sui temi fondamentali (Euro, Europa Unita e vaccinazioni tossiche obbligatorie) la pensa esattamente come i loro padroni sinistri ultraliberisti.
La magistratura rossa intanto indaga 81 ITALIANI per le loro manifestazioni patriottiche contro gli abusi del Sindaco romano filo-rom.
Siamo alle solite, niente di nuovo sotto la bandiera rossa.

martedì 14 maggio 2019

Sei partiti una sola idea: un'altra Fake News

Stamattina, in una delle rassegne stampa trasmesse da uno qualsiasi dei principali media di regime, ho colto di sfuggita un titolo molto esemplificativo della vera natura di ciò che viene indebitamente definita "informazione" in Italia. Ammesso che sia riuscito a leggere bene il testo, il titolo citava: "Sei partiti, sei idee diverse.
Ebbene, non ci vuole un corso di analisi logica, basta un minimo di capacità d'osservazione della realtà che ci circonda, supportata da un'adeguata quanto doverosa onestà intellettuale, per rendersi conto da soli che i principali partiti - i soli che hanno accesso privilegiato ai media di regime - sui temi fondamentali condividono esattamente le stesse idee: Permanenza nell'Euro-zona; Permanenza nella cloaca europoide; mantenimento dell'obbligo tossico vaccinale. In cosa consisterebbero allora le diversità di vedute? Probabilmente

venerdì 10 maggio 2019

I FATTI di Casal Bruciato: traete voi le conclusioni

  • In base ad un bonus concesso dalla mala amministrazione capitolina alle famiglie provenienti dagli accampamenti abusivi di nomadi, una famiglia islamica Rom sopravanza in classifica famiglie italiane ottenendo l'indebita assegnazione di un appartamento a Casal Bruciato.
  • Evidentemente consapevoli del sopruso nei confronti degli italiani, l'amministrazione invia la famiglia a prendere possesso dell'appartamento scortata da un nucleo di poliziotti selezionati tra coloro che non mostrano scrupoli di coscienza nell'agire contro i loro connazionali.
  • La famiglia giunge a bordo di un'auto rubata contrassegnata da una targa clonata ma pare che nel caso dei Rom la Legge chiuda entrambi gli occhi.
  • I cittadini, giustamente imbufaliti contro questa vera offesa alla morale ed alla giustizia sociale, manifestano supportati da una delegazione di

mercoledì 8 maggio 2019

Razzismo dilagante, non solo a Casal Bruciato


Prima o poi, finiranno per diffondere in Italia un sentimento diffuso di razzismo, tra i tanti l'unico sentimento negativo che l'etnia italica non ha mai condiviso. Anzi, sappiamo bene che il popolo italiano, storicamente tanto raccogliticcio e variegato da far invidia a quello ebraico, è per sua natura esterofilo e disponibile a farsi invadere, derubare, sottomettere, disprezzare, tanto da omaggiare i propri nemici (vedi recente caso del nemico giurato della Nazione, lo psicopatico premier francese Emmanuel Macron ricevuto con tutti gli onori nientemeno che dal nostro Presidente illegittimo Mattarella e ospite della TV spazzatura del nemico pubblico Fabio Fazio). Decenni di propaganda sinistroide ultraliberista hanno plagiato le coscienze culturalmente più indifese convincendole che qualsiasi argomento nazionalista rappresentasse il male assoluto, ma solo in Italia. Il nazionalsocialismo USA, quello francese e le loro guerre di conquista e

lunedì 11 marzo 2019

Una serena analisi sull'operato del governo

Un'analisi "gonzo" delle opere e delle omissioni dell'attuale governo Mattarella che qualcuno si ostina a definire impropriamente governo "Conte" riferendosi al suo portavoce, persona peraltro estremamente capace di svolgere al meglio il suo mandato.

Affrontando i singoli temi, più o meno in ordine d'importanza per la vita ed l'incerto futuro della morente Repubblica Italiana:

Sovranità nazionale: se ne parla seriamente solo in qualche ristretto circolo di filosofi ed intellettuali attivi quasi esclusivamente nel web fino a che la censura non diventerà assoluta, ma a livello popolar-politico-giornalistico l'argomento è trattato quasi come una vana utopia o per denigrare il pensiero altrui. Lo stesso

domenica 10 febbraio 2019

Reddito di Cittadinanza: chi NON ne ha diritto

- articolo aggiornato il 12/03/2019 - 

Breve promemoria per evitare false speranze.

I parametri prevedono, tra l'altro, che il beneficiato:
- non goda di fissa dimora;
- non risulti proprietario di un immobile che valga più di 30.000 Euro, ammesso che immobili del genere esistano realmente sul mercato;
- non risulti intestatario di un'auto il cui motore superi i 1600cc o una moto di oltre 250cc anche vecchi catorci non funzionanti;
- risulti vaccinato contro la salute, lui e tutta la sua progenie.

Per cui, le seguenti categorie di potenziali MORTI DI FAME sono ESCLUSE DAL REDDITO:
- chi ha subito il sequestro della casa da parte di Equitalia o chi per essa;
- chi per tal motivo è costretto a vivere in un camper e che quindi, salvo casi più unici che rari, possiede un veicolo dotato di un motore abbondantemente superiore ai 1600cc (in genere non meno di 1900cc), poco importa alla legge se il veicolo sia funzionante o meno, intanto se è immatricolato deve pagare anche l'estorsione periodica di possesso;
- chi possiede un'auto di oltre 1600cc anche se si tratta di un vecchio catorcio il cui valore di mercato è pari a ZERO;
- chi risulta intestatario di un catorcio a due ruote superiore a 250cc.

Potenziali destinatari del RDC:
Chi ha comprato -  ad esempio - una nuova Mercedes Classe A 160 (o equivalenti) full-optional da oltre sei mesi; 
Chi può permettersi un affitto di casa o un mutuo;
Chi può permettersi di sopravvivere senza lavorare in nero;
Chi possiede il più costoso merdoso scooter 250 acquistato nuovo;
Chi, in barba alle più elementari norme di prudenza, ha inoculato vaccini tossici mai sperimentati a sé stesso ed ai propri "cari".

Questo governo è indistinguibile dai precedenti: è passato quasi un anno e siamo ancora in Europa, con l'Euro, con le vaccinazioni obbligatorie e con i sussidi destinati a chi non ne ha bisogno. Intanto gli imprenditori sono alla fame, i terremotati hanno perso ogni speranza e la giustizia è cieca come la fortuna.




giovedì 27 dicembre 2018

La Sinistra è alla frutta. Anzi alla Nutella


Mentre la nazione sta rapidamente scivolando nel baratro della dittatura bancaria europea, nel Paese (potenzialmente) più ricco del mondo ci sono milioni di poveri in continuo aumento, l'immigrazione massiva di giovani maschi stranieri continua a  scombussolare l'equilibrio sociale, l'ordine pubblico nonché il decoro e la decenza sono in continuo peggioramento, vaccini tossici più dannosi che inutili vengono inoculati per legge, beni pubblici e privati continuano ad essere svenduti a stranieri soprattutto francesi e cinesi, ecco che dal deserto ideologico in cui si trova la sinistra italiana arriva una denuncia

venerdì 14 dicembre 2018

Operazione Strasburgo - Altre notizie dal fronte e qualche lecito interrogativo

  • I Servizi francesi, ben coadiuvati e supportati dai principali media di regime europei, mettono a segno l'operazione Strasburgo ottenendo lo scopo prefissato di distogliere l'attenzione dai moti insurrezionali contro il Presidente psicopatico antinazionalista Macron. Inutile dire che il copione utilizzato per quest'ultima tragica farsa è il solito - i francesi difettano quanto a fantasia - con l'attribuzione di responsabilità all'ISIS che ovviamente è ben felice di confermare e la canonica uccisione - non sia mai che dichiarasse qualcosa di politicamente scorretto - del candidato manchuriano che ha interpretato il ruolo di stragista.
  • In arrivo la fatturazione elettronica voluta da Renzi e portata avanti dall'attuale governo del cambiamento in peggio allo scopo di colpire le microimprese italiane che da sole producono il 99% del PIL. Si calcola che

martedì 13 novembre 2018

Morbillo Bari: la prova che il vaccino non funziona

Nonostante un millantato vento del rinnovamento stia battendo il Paese - pur ostacolato da molti "frangivento" culturali e delinquenziali - i media di regime continuano sfacciatamente a fornire un quadro rovesciato della realtà come nel recente caso di epidemia mediatica verificatosi nell'ospedale di Bari.
Invece di sottolineare come il vaccino evidentemente non fuzioni affatto, visto che 7 vaccinati hanno contratto il morbo, i lanci hanno cercato di scaricare la responsabilità sui genitori no-vax della bambina ammalata di morbillo che ricordiamo essere una malattia esantematica tipicamente infantile il cui superamento rafforza le difese immunitarie dell'individuo. Ai miei tempi quando c'era un bambino ammalato di morbillo veniva messo a contatto con altri apposta per farli ammalare, in modo da rafforzare il loro sistema immunitario. Ma Big Pharma ci vuole deboli e malati cronici altrimenti a cos'altro servirebbero

giovedì 25 ottobre 2018

Legittima la difesa ma solo se sei turbato

Nel tentativo di restaurare anche dal punto di vista legale l'inderogabile diritto di difendersi, il Senato ha approvato la nuova legge sulla Legittima Difesa che - a rigor di termini - dovrebbe sancire finalmente la legittimità della difesa stessa che finora era stata definita tale senza esserlo in buona sostanza per la legge.
L'intesa sull'approvazione dell'art.1 è risultata a larga maggioranza con 195 voti a favore, un astenuto che probabilmente non vive su questo pianeta e quindi di questi problemi se ne frega e 52 voti contrari da parte dei soliti amici e garantisti dei delinquenti, una sottospecie politica per fortuna in grande

giovedì 18 ottobre 2018

Le due anime del DEF

Secondo i lanci di stamattina da parte dei principali organi di propaganda e disinformazione il Documento governativo inerente Economia e Finanza conterrebbe due punti particolarmente significativi: il famigerato Reddito di Cittadinanza ed una disposizione comparsa a quanto pare misteriosamente nel documento - e non sarebbe la prima volta - che renderebbe meno problematico reinvestire denaro "sporco" in attività lecite.

Il primo, cavallo di battaglia della campagna elettorale pentastellata, appare inevitabile nella sua funzione di contropartita al voto concesso al Movimento Immobile pentamassonico dalla parte meno avveduta dell'elettorato e dunque dovremo tenercelo anche se sortirà gli effetti negativi, nella sua funzione di Reddito di Nullafacenza, di:

lunedì 15 ottobre 2018

Ma il Reddito di Cittadinanza è più inutile o più dannoso?

Ammettendo senza concedere che una volta in vigore il RdC non diventi un reddito "d'immigranza", proviamo ad interrogarci sulla sua effettiva (in)utilità o, in alternativa, sul danno economico e sociale che può arrecare al Paese una misura vetero-assistenzialista del genere.
Simile per certi versi allo spirito con cui fu istituita la Cassa per il Mezzogiorno, il fine del RdC, nella mente dei loro ideatori, dovrebbe costituire un ammortizzatore sociale transitorio per i disoccupati in cerca di lavoro. La CdM si rivelò costituire una grande opportunità sia per le mafie locali che per gli imprenditori settentrionali interessati a delocalizzare in cerca di contributi statali e salari più bassi. Per quanto mal diretto e distribuito, l'enorme sperpero di denaro dello Stato attuato con la CdM, ottenne comunque qualche risultato in termini di ridistribuzione delle risorse dal nord verso il sud, poco importa se

lunedì 8 ottobre 2018

Certificazione europea per il Governo italiano

Mentre anche in Brasile le intenzioni di voto degli elettori privilegiano la destra sociale contro l'estrema sinistra ultracapitalista erede della precedente malagestione del Paese sudamericano, l'ondata di terrore propagatasi tra i governanti europoidi certifica, in un certo qual modo, la validità delle scelte del governo italiano che - è logico pensare - se non vanno bene all'Europa Sovietica unita sotto controllo bancario privato, vuol dire che vanno bene per l'Italia e con questo c'è da rallegrarsi con l'eterogeneo a raffazzonato governo Mattarella.
Certo non è tutto oro quel che preoccupa l'Europa soviet-bancaria perché - ad esempio - ci sarà da fare i conti al netto del famigerato Reddito di Cittadinanza che ha spinto tanti sprovveduti elettori centro-meridionali a votare per una formazione che a rigor di termini non è neanche un partito in quanto gestita da una società commerciale privata a scopo di lucro (alla faccia del conflitto

venerdì 5 ottobre 2018

Ed io pensavo: chissà 'sto stupido dove vuole arrivare?

Dopo l'annunciata persecuzione di stampo sinistroide mirata contro i fantomatici evasori fiscali - considerati rei in molti casi di sopravvivere del loro LAVORO solo grazie all'evasione - il Movimento Immobile pentamassonico minaccia severe pene carcerarie per chi riuscirà ad accedere al mitico Reddito di Cittadinanza senza possederne i requisiti, ciò in un Paese che nel 2014 ha depenalizzato oltre un centinaio di reati contro i quali i

giovedì 4 ottobre 2018

Aggravante razzista per Traini

L'aspirante nonché maldestro giustiziere Luca Traini è stato condannato con l'aggravante di odio razziale da parte dei magistrati. Nel senso che i magistrati hanno emesso una sentenza condizionata dal loro atteggiamento razzista.
Lo ridico in un altro modo.
Non v'è dubbio - neanche per i giudici - che il Traini abbia posto in atto una squinternata e poco efficacie vendetta a fronte del brutale omicidio e smembramento della sua giovane concittadina Pamela, identificando come suoi carnefici un gruppo di spacciatori presunti violentatori, torturatori, assassini nonché antropofagi. Il problema per Traini nasce nel momento in cui i magistrati, invece di tener conto che la Legge è Uguale per Tutti, hanno tenuto conto che il gruppo di spacciatori presunti violentatori, torturatori, assassini nonché antropofagi verso cui ha agito Traini sono tutti di razza

sabato 29 settembre 2018

Pentalemma...

...ovvero Dilemma a 5 Stelle.
Personalmente, sia in base a riscontri oggettivi che personali, ho pochi dubbi sul ruolo e sulla funzione del Movimento Immobile Pentamassonico metastasizzato nella scena politica nazionale. Tecnicamente un'azienda e non un partito, in quanto gestito da una società commerciale a scopo di lucro che ne detiene il marchio, il MIP arbitrariamente collocato al governo ha mostrato finora di costituire sotto certi aspetti un baluardo contro un cambiamento in positivo del Paese ovvero contro la sua emancipazione dai poteri sovranazionali mentre, sotto altri punti di vista, ha mostrato di perseguire la stesso percorso tracciato dal malgoverno Monti di aumentare ulteriormente l'avanzo primario allo scopo d'impoverire il Paese. Ho già criticato in altri post i provvedimenti a marchio 5 Stelle® che hanno contribuito ad impoverire ulteriormente l'economia nazionale,

venerdì 14 settembre 2018

Studiare la vera storia per capire il presente

Eppure basterebbe analizzare la storia italiana per avere una visione più chiara di ciò che sta accadendo intorno a noi ed in che direzione potrebbe portarci. E' vero o no che la storia si ripete? Ad un'analisi oggettiva dei ricorsi storici, le uniche differenze che si possono ravvisare sono di ordine tecnologico, tutto il resto scorre esattamente nello stesso modo. La tecnologia - in particolare quella relativa alle comunicazioni ma non solo - influisce tuttavia solo come acceleratore degli eventi, da sola non è in grado di influenzarli più di tanto.
Ad esempio, se una volta era necessario ricorrere a febbrili tecniche investigative per ottenere notizie su di una persona o su di un gruppo di persone, oggi, quasi in tempo reale, si riesce ad ottenere una mole di dati ancor maggiore e più capillare, arrivando a conoscere aspetti privatissimi della vita di ogni persona, dai gusti in fatto di consumi alle sue più indicibili perversioni

giovedì 13 settembre 2018

Un mondo alla rovescia

Addio democrazia!
Mentre il presidente illegittimo ricorda che nessuno è superiore alla Legge tranne lui che può formare governi a suo piacimento, porre veti a Ministri della Repubblica e rilasciare dichiarazioni politiche pubbliche invece di scrivere alle Camere, il tutto in violazione di quanto previsto dalla Costituzione, il Soviet europeo approva due risoluzioni liberticide contro il Capo di Governo ungherese Orban e contro la libertà d'informazione.
Va rimarcata la vergognosa posizione espressa dal Movimento Immobile contro il diritto di autodeterminarsi della Repubblica Sovrana